Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Atene – In mostra dal 15 gennaio i “Lini” di Alfredo Romano

‎Verra’ inaugurata venerdi’ 15 gennaio presso l’Istituto italiano di Cultura di Atene la mostra “Rammendi” di Alfredo Romano. I ” Lini” di Romano riportano brani delle poesie dei poeti siculo-arabi del XII secolo. Frammenti che ci riportano al ricco repertorio della decorazione, che si sedimenta in Sicilia sotto la corte di Ruggero II, dove scrittura e pseudo-scrittura, occupano un posto centrale. “L’eleganza dei caratteri cufici e i significati simbolici, spirituali e religiosi legati alle lettere dell’alfabeto islamico, inducono gli artigiani della Sicilia Arabo-Normanna a utilizzarli come un autonomo repertorio decorativo”, ricorda Enzo Fiammetta, Direttore del “Museo delle trame Mediterranee”.

Mostra “Rammendi”

“La forza evocativa della scrittura islamica e l’estrema eleganza dei caratteri segnano in maniera importante la cultura decorativa siciliana. I fregi decorativi con scritte islamiche, che sotto gli arabi e i normanni recitavano versi del Corano o motti inneggianti la gloria dei sovrani, nei secoli successivi cominciano a perdere il significato letterale trasformandosi in partiture dove centrale diventa il segno, nelle sue varianti grafiche e l’accostamento delle lettere e’ dettato esclusivamente dalla composizione formale. Alfredo Romano nelle sue opere, riflette e riporta questa complessita’, ci parla della nostra appartenenza a un processo storico contemporaneo di cui siamo partecipi, per collocazione geografica e ruolo storico, ci conduce in un affascinante percorso che nelle mille differenze e sfaccettature contribuisce a definire una possibile Koine’ mediterranea”. La mostra si terra’ presso l’Istituto italiano di Cultura fino al 13 febbraio.

Ti potrebbe interessare anche..