Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Esito positivo Conferenza di riesame della Convenzione sulle armi biologiche, sotto presidenza italiana

Si è conclusa ieri la IX Conferenza di riesame della Convenzione sulle armi biologiche, presieduta dall’Ambasciatore Leonardo Bencini, Rappresentante Permanente d’Italia presso la Conferenza del Disarmo a Ginevra. I 184 Stati parte hanno adottato per consenso un Documento Finale che sblocca l’impasse nel quale la Convenzione si trova da oltre venti anni, con l’approvazione di un articolato calendario di riunioni per i prossimi cinque anni su ogni aspetto relativo al suo rafforzamento. In un contesto internazionale particolarmente difficile e al termine di un anno che ad agosto aveva visto un esito negativo della Conferenza di riesame del Trattato di Non Proliferazione nucleare, l’accordo raggiunto ieri a Ginevra rappresenta un successo della diplomazia italiana e  trasmette un forte segnale di fiducia al sistema multilaterale, del quale l’Italia si conferma, con questo risultato, uno dei principali sostenitori. Nelle parole del Segretario Generale Guterres, che in un comunicato ha espresso sincero apprezzamento per gli sforzi e la leadership dell’Ambasciatore Bencini, l’adozione di questo Documento offre un barlume di speranza in un contesto internazionale di sicurezza altrimenti fosco.

Ti potrebbe interessare anche..