Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Il Vice Ministro Edmondo Cirielli partecipa all’evento di lancio della Fiera CODEWAY EXPO e alla presentazione dei bandi AICS

Il 14 novembre, presso la Sala Aldo Moro della Farnesina, il Vice Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Edmondo Cirielli è intervenuto all’apertura dell’evento di lancio di CODEWAY EXPO (15-17 maggio 2024), manifestazione fieristica dedicata alla cooperazione allo sviluppo e all’imprenditorialità, organizzata dalla Fiera di Roma in collaborazione con The European House Ambrosetti e patrocinata dalla Farnesina.

All’evento sono intervenuti anche il Presidente della Regione Lazio Francesco Rocca e il consigliere giuridico del Ministro Antonio Tajani per la diplomazia economica e lo sviluppo, Avv. Marco Rago. Presenti, infine, i principali attori della Cooperazione Italiana (MAECI, AICS, CDP), europea e internazionale, delle organizzazioni della società civile, delle associazioni di rappresentanza delle PMI italiane e delle stesse imprese.

Nel suo intervento, il Vice Ministro Cirielli ha sottolineato come “il settore privato rappresenti un pilastro fondamentale della cooperazione allo sviluppo e, in generale, dell’azione diplomatica italiana, a cominciare dal continente africano nel quadro del Piano Mattei lanciato dal Presidente del Consiglio Meloni”.

Sanità, agroalimentare, transizione ecologica e formazione saranno i temi chiave dell’edizione 2024, che consentirà anche di prendere parte a speciali programmi B2B ed entrare in contatto con potenziali partner internazionali. La nuova piattaforma CODEWAY EXPO accompagnerà̀ poi le imprese nelle varie tappe di avvicinamento all’evento di maggio 2024, attraverso la pubblicazione di contenuti preparatori mirati.

Durante la giornata, sono stati inoltre presentati i bandi dell’Agenzia italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, strumento privilegiato per promuovere il coinvolgimento dei soggetti del sistema italiano di cooperazione allo sviluppo.

È stato infine illustrato lo studio strategico di The European House Ambrosetti – commissionato dall’AICS – sul coinvolgimento del settore privato nelle iniziative di cooperazione allo sviluppo, che ha evidenziato le molteplici opportunità del mondo della cooperazione internazionale. “La collaborazione pubblico-privato ha un elevato potenziale nella promozione degli interessi nazionali all’estero, anche con riguardo alla sostenibilità. Nel nostro Paese vi sono margini d’intervento per incrementare le risorse destinate alla cooperazione internazionale allo sviluppo e per ingaggiare gli operatori privati” ha affermato Lorenzo Tavazzi, Partner e Responsabile Area Scenari e Intelligence di The European House – Ambrosetti.

 

Ti potrebbe interessare anche..