Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Missione del Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale Giorgio Silli a Città del Messico

Il Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale Giorgio Silli ha effettuato una missione a Città del Messico – la terza nell’arco di un anno – per marcare l’inizio delle celebrazioni per il 150esimo anniversario delle relazioni diplomatiche fra Italia e Messico. Ha inaugurato presso il Museo di Arte Moderna la mostra “La Grande Visione Italiana – Collezione Farnesina” e svolto approfonditi incontri presso il Ministero degli Esteri (Sottosegretaria Maria Teresa Mercado) e presso la Camera dei Deputati (Commissione Esteri e Gruppo di Amicizia Italia-Messico).

All’inaugurazione della mostra, composta da 70 pezzi della più vasta raccolta di arte moderna e contemporanea italiana esposta abitualmente presso Ministero degli Esteri sono intervenuti, tra gli altri, la Ministra della Cultura Alejandra Frausto, la Sottosegretaria Mercado e la Vice Presidente della Camera dei Deputati, Karla Almazan, alla presenza del fondatore della Collezione, Amb. Umberto Vattani, e del curatore, Achille Bonito Oliva.

Nel suo intervento il SdS Silli ha osservato come “la mostra abbia suscitato ovunque, durante le precedenti tappe in Asia, ammirazione e curiosità”, sottolineando che “la circolazione all’estero delle opere della Collezione Farnesina è un eccezionale strumento per promuovere il dialogo e lo scambio tra i Paesi”.

Commentando il 150esimo anniversario delle relazioni diplomatiche, Silli ha evidenziato come nell’attuale fase i rapporti bilaterali siano più forti che mai: “l’Italia guarda sempre più al Messico come a un partner di primo piano, con una cooperazione politica inquadrata in un Partenariato strategico, con relazioni economiche in continua crescita e una cooperazione culturale esemplare” ha concluso il Sottosegretario.