Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Dettaglio articolo

ANSA: MO: GAZA; VALENSISE, CONDIVIDIAMO CON MOSCA PREOCCUPAZIONE SEGRETARIO GENERALE FARNESINA A MOSCA, IN AGENDA ANCHE SIRIA


(ANSA) – MOSCA, 16 NOV – Italia e Russia condividono la forte preoccupazione per lo sviluppo della situazione a Gaza, con il rischio concreto che si apra una spirale di violenza di lungo periodo: lo ha detto all’ ANSA il segretario generale della Farnesina Michele Valensise, a Mosca per una serie di incontri bilaterali con vari interlocutori, tra cui il primo viceministro degli Esteri russo Andrei Denisov e il viceministro degli Esteri Mikhail Bogdanov, responsabile per il Medio Oriente. ” Abbiamo discusso inoltre – ha riferito il diplomatico – della situazione in Siria, alla luce delle ultime iniziative dell’ opposizione a Doha: anche la parte russa e’ in contatto con l’ opposizione per favorire una soluzione politica di una grave crisi istituzionale e umanitaria che si protrae da troppo tempo e che ha gia’ fatto troppe vittime e danni”. Valensise ha informato la controparte anche dei contatti intrattenuti recentemente dall’ Italia con Paesi come l’ Egitto, la Libia, dove il ministro degli esteri Giulio Terzi si e’ recato il 6 novembre, e l’ Algeria, che il 14 novembre ha ospitato un vertice italo-algerino alla presenza del premier Monti, dello stesso Terzi e di altri ministri. (ANSA).


ANSA: ITALIA-RUSSIA: VALENSISE A MOSCA, IN AGENDA ANCHE MO E G20 OLTRE A RAPPORTI BILATERALI E RUSSIA-UE


(ANSA) – MOSCA, 16 NOV – Medio Oriente, presidenza russa del G20 nel 2013, rapporti Ue-Russia e soprattutto relazioni bilaterali con l’ Italia: sono i temi principali affrontati dal segretario generale della Farnesina Michele Valensise nella sua visita di lavoro a Mosca, una delle prime all’ estero dopo il suo insediamento. Il diplomatico, accompagnato dall’ ambasciatore a Mosca Antonio Zanardi Landi, si e’ intrattenuto per circa sei ore, ” in un clima di grande cordialita’ ed intensita”’, con vari interlocutori, tra cui il primo viceministro degli Esteri russo Andrei Denisov e il viceministro degli Esteri Mikhail Bogdanov, responsabile per il Medio Oriente. In agenda la Siria ma anche la striscia di Gaza, dove ” Italia e Russia condividono la forte preoccupazione per lo sviluppo della situazione, con il rischio concreto che si apra una spirale di violenza di lungo periodo”, ha sottolineato Valensise. Negli incontri e’ stata fatta inoltre una panoramica dei prossimi impegni bilaterali, dal consiglio di cooperazione economica del 18 dicembre prossimo a Mosca con il ministro degli esteri Giulio Terzi al vertice intergovernativo dell’ inizio del 2013 a Roma, ” per il quale abbiamo gettato le basi, anche se la data non e’ stata ancora fissata”, ha precisato il segretario generale della Farnesina. E il 7 dicembre potrebbe esserci un’ altra presenza italiana di alto livello in Russia, in occasione della posa della prima pietra del South Stream (una joint venture di cui fa parte anche Eni): l’ invito e’ stato indirizzato al ministro dello sviluppo Corrado Passera. Sono quindi stati passati in rassegna, ha detto Valensise, gli ” ottimi rapporti economici tra i due Paesi, che vedono una posizione assolutamente privilegiata dell’ imprenditoria italiana in Russia e la volonta’ dei nostri gruppi economici di mantenere e rafforzare la loro presenza in Russia, con riferimento non solo ai giganti energetici ma anche alle piccole e medie aziende che potrebbero affacciarsi su un mercato cosi’ ricco di opportunita”’. C’ e’ una aspettativa delle aziende italiane ad entrare, oltre che nel settore energetico, anche in quelli delle infrastrutture, dei trasporti, delle forniture, compreso il campo della difesa. E’ stato confermato pure l’ interesse per la collaborazione scientifica, con riferimento in particolare al progetto Ignitur nel settore del nucleare. La parte russa, dal canto suo, ha dimostrato ” grande attenzione” alla cornice giuridica per attrarre gli investimenti, agli aspetti regolatori e di sostenibilita’ economica. Toccato anche il capitolo Expo 2015, con Mosca tra i primi Paesi ad aver accolto l’ invito con la nomina di un commissario generale. Sul fronte dei rapporti Ue-Russia, Valensise ha confermato che l’ Italia continuera’ a fare la propria parte per favorire il dialogo e l’ avvicinamento tra Ue e Russia ” lungo la linea tracciata dal ministro Terzi in occasione dell’ incontro ministeriale Ue-Russia dello scorso 15 ottobre in Lussemburgo”. Infine sono state esaminate le priorita’ della presidenza russa del G20 nel 2013, tra cui la gestione della crisi finanziaria, ” che deve essere quanto piu’ globale, coinvolgendo le economie emergenti in una sorta di spirito di ‘ solidarieta’ planetaria”’, e la crescita e la creazione di nuovi posti di lavoro, ” che coincide con l’ agenda italiana ed europea”. Per questo Mosca e’ interessata a mantenere ” uno stretto rapporto consultativo, in particolare con l’ Italia”. In serata Valensise incontrera’ i principali esponenti dell’ imprenditoria italiana in Russia. (ANSA).