Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Asia meridionale

Rapporti con l’Asia meridionale 

L’Asia centro-meridionale costituisce un’area dalle enormi potenzialità di sviluppo economico e di crescente importanza geo-politica. L’Italia vanta una rete diplomatico-consolare nella regione che comprende le Ambasciate di New Delhi (India, competente anche per il Nepal); Islamabad ( Pakistan), Colombo (Sri Lanka, competente anche per le Maldive); e Dhaka (Bangladesh). In India sono presenti Consolati italiani a Mumbai, Calcutta e Bangalore, in Pakistan a Karachi, cui si aggiungono gli Uffici ICE di New Delhi e Mumbai.

Italia e India sono impegnate in un rilancio a tutto campo delle relazioni bilaterali, nel solco tracciato dal “Piano d’Azione 2020-2024”. Nel 2021 abbiamo registrato un nuovo record nel volume degli scambi commerciali e gli investimenti italiani in India continuano a crescere soprattutto nei settori delle infrastrutture, delle energie rinnovabili, dell’automotive e delle tecnologie agroalimentari. Lo scorso 29 ottobre, il Primo Ministro Modi e il Presidente del Consiglio Draghi hanno annunciato il lancio di un “Partenariato Strategico in materia di transizione energetica”.

L’Italia è impegnata a rafforzare i rapporti bilaterali anche con gli altri Paesi dell’area. I legami fra Italia e Pakistan sono molto solidi e prima della pandemia il nostro interscambio commerciale  ha superato il valore di 1,4 miliardi di Euro. Settori particolarmente importanti per la cooperazione industriale italo-pakistana sono quelli del tessile e del cuoio-calzature.

Nel 2022 ricorre il cinquantesimo anniversario delle relazioni fra Italia e Bangladesh, Paese con cui i nostri scambi commerciali– prevalentemente orientati al settore tessile –superavano, prima della pandemia, i 2 miliardi di Euro annui.

Vantiamo relazioni amichevoli anche con lo Sri Lanka, con il quale l’interscambio nel 2018 e 2019 si attestava a poco meno di 700 milioni di Euro.