Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.

Italia – Cuba: presentata nuova normativa su investimenti esteri

E’ stata presentata alla Farnesina la nuova normativa sugli investimenti esteri a Cuba, approvata nelle scorse settimane dal Parlamento cubano ed entrata in vigore il 28 giugno. L’evento, organizzato dall’Unido (United Nations Industrial Development Organization) e dall’ambasciata di Cuba, in collaborazione con il Mae, il Mise, l’Ice e l’Iila, si e’ svolto alla presenza, fra gli altri, del viceministro del Commercio estero cubano, Ileana Nunez Mordoche, del direttore generale per la Mondializzazione del Mae, Luigi Marras, del direttore generale per le Politiche di internazionalizzazione di Mise, Giuseppe Tripoli, e di Diana Battaggia, direttore Unido Italy. La nuova legge mira ad attirare capitali stranieri e a diversificare i parternariati internazionali di Cuba. Il provvedimento rientra nel piu’ ampio programma di attualizzazione del modello economico cubano, lanciato nel 2011 dal presidente Raul Castro e tuttora in fase di sviluppo.”Questo processo – ha dichiarato Tripoli nel corso dell’incontro – e’ importante e ha grande rilievo per l’economia cubana, perche’ facilita la modernizzazione e potenzia la capacita’ produttiva. Gli scambi tra l’Italia e Cuba sono gia’ importanti ma possono crescere ancora, sia sul piano commerciale che su quello della cooperazione e della collaborazione”.


Il modello italiano delle cooperative



Sulla stessa linea Marras, che ha sottolineato come il nostro paese conservi “relazioni positive con Cuba in numerosi campi di cooperazione internazionale, in particolar modo per quanto riguarda la cooperazione imprenditoriale. Il sistema italiano delle cooperative e’ un modello che si vorrebbe riprodurre a Cuba con i dovuti adattamenti. In questo contesto, l’espansione della rete dei partenariati costituisce un passaggio importante per rilanciare la posizione di Cuba nel contesto internazionale e per far si’ che il paese possa cogliere al meglio le opportunita’ che si potrebbero presentare”.

Ti potrebbe interessare anche..