Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.

Oslo – Musica nuova per uno strumento antico: il progetto italo-nordico fa tappa in Norvegia

Quattro giovani compositori nordici diretti dal musicista italiano Marco Fusi sono pronti a incantare la Norvegia con un concerto che rievoca suoni d’altri tempi. “Musica nuova per uno strumento antico” è il titolo del progetto italo-nordico che fa echeggiare note moderne da uno strumento praticamente estinto: la viola d’amore. L’appuntamento norvegese, organizzato da Ny Musikk e Nasjonalmuseet, in collaborazione con l’Istituto italiano di cultura di Oslo, è fissato per domenica 22 novembre alle 15 alla Galleria nazionale di Oslo e alle 19 all’Helleviktangen del comune di Nesodden.

“Musica nuova per uno strumento antico”

Il progetto, che include anche una tournée in Svezia, Danimarca e Italia, fa “rinascere” la viola d’amore, uno strumento ad arco dell’epoca rinascimentale e barocca, che poi venne gradualmente sostituito dagli strumenti ad arco più moderni costruiti nel ‘600 e ‘700. La viola d’amore è costruita con una serie di corde di risonanza, simili a quelle del violino tradizionale norvegese ”hardingfele” che hanno ispirato i quattro compositori Johan Svensson, Ylva Lund Bergner, Axel Rudebeck e Øyvind Mæland.

Ti potrebbe interessare anche..