Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Gentiloni: “Una battaglia italiana”

“La battaglia per eliminare la violenza contro le donne è una delle più sentite dall’Italia nel quadro dell’azione a tutela dei diritti umani svolta nei fori internazionali” ha dichiarato il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne.


“L’Italia è in prima linea sul piano internazionale per contrastare la violenza contro le donne con campagne contro le pratiche lesive dei diritti fondamentali delle bambine e delle adolescenti, contro le Mutilazioni Genitali Femminili (MGF) e contro i matrimoni precoci e forzati” ha proseguito il Ministro Gentiloni.


L’Italia ha promosso risoluzioni a tutela delle donne nei competenti fori internazionali, quali l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e il Consiglio Diritti Umani, e realizza programmi di sostegno rivolti ai Paesi dove le MGF e i matrimoni forzati sono ancora prassi corrente.


L’Italia è tra i primi Paesi ad aver presentato il proprio Piano d’Azione Nazionale (2010-2013) in adempimento della risoluzione 1325 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite “Donne Pace e Sicurezza” e il secondo Piano d’Azione Nazionale (2014-2016) verrà presentato proprio oggi 25 novembre alla Farnesina nel corso di una tavola rotonda dedicata alla violenza contro le donne.