Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Missione del Ministro Moavero Milanesi a Tirana

png

 

Albania e Italia, oltre alla prossimità geografica, condividono legami di amicizia e culturali che affondano le radici nella storia. Il naturale interesse politico, economico e commerciale italiano nei Balcani vede nell’Albania una controparte strategica di primario rilievo.

Il programma di riunioni e incontri istituzionali del Ministro è intenso. In particolare, vedrà il Presidente della Repubblica Ilir Meta, il Primo Ministro Edi Rama e il Ministro per l’Europa e gli Affari Esteri Ditmir Bushati. Incontrerà, inoltre, i funzionari e il personale delle amministrazioni italiane presenti e attive in Albania.

Le riunioni permetteranno di passare in rassegna i vari profili delle relazioni bilaterali fra Albania e Italia. Al riguardo, si ricorda che l’Italia è al primo posto in Albania sia negli scambi commerciali, sia quale investitore. Significativi sono anche i dati relativi allo studio della lingua Italiana in Albania (circa 77mila, fra scolari e studenti) e degli albanesi iscritti alle università in Italia (circa 10mila) che costituiscono la comunità più numerosa proveniente dall’estero.

Nel corso dei colloqui odierni, vi sarà anche uno scambio di vedute sulle principali questioni regionali e internazionali. Un’attenzione specifica verrà dedicata all’Iniziativa Centro Europea (InCE), della quale l’Italia ha assunto la presidenza dal 1 gennaio scorso, e al percorso di avvicinamento dell’Albania all’Unione Europea che verte, in questo momento, sulla formalizzazione dell’apertura del complesso e articolato processo di negoziati volti a condurre, al termine, all’adesione dell’Albania all’Unione.

Ti potrebbe interessare anche..