Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Missione del Sottosegretario Di Stefano in Brasile: Incontro con il Ministro degli Esteri brasiliano França

In visita ufficiale a Brasilia, il Sottosegretario Manlio Di Stefano ha avuto ieri una lunga riunione di lavoro con il Ministro degli Affari Esteri del Brasile Carlos Alberto Franco França. “Il Brasile, grande democrazia dell’America Latina e Paese al quale siamo uniti da legami storici strettissimi, è il nostro principale partner economico della regione”, ha dichiarato a margine dell’incontro il Sottosegretario. Nelle sue parole, Brasile e Italia condividono comuni radici e “solidi rapporti economici, con un interscambio commerciale in forte crescita”. Inoltre, la cooperazione bilaterale è di fondamentale importanza “per affrontare le maggiori questioni globali, in particolare, il cambiamento climatico e la transizione ecologica”.

Durante il colloquio, incentrato sullo stato attuale e sulle prospettive future del partenariato economico e commerciale, il Sottosegretario Di Stefano ha espresso al Ministro França il sostegno italiano alla candidatura del Brasile a diventare membro OCSE ed il pieno interesse del nostro Paese alla pronta approvazione dell’Accordo di Libero Scambio tra Unione Europea e Mercosur – che insieme hanno circa 780 milioni di abitanti –, previa conclusione di un Protocollo con impegni concreti aggiuntivi in materia ambientale che promuova lo sviluppo sostenibile.

Il Sottosegretario Di Stefano ed il Ministro França hanno, poi, affrontato il tema della guerra in Ucraina, rispetto al quale il Brasile “da grande sostenitore e promotore della pace, condanna l’uso della violenza” ed auspica “l’immediata cessazione delle ostilità”.

Il Ministro degli Esteri brasiliano ed il Sottosegretario Di Stefano hanno, infine, deciso di approfondire ulteriormente la collaborazione bilaterale nel settore spaziale ed in quello degli investimenti. In quest’ultimo ambito, le imprese italiane, che portano le nostre eccellenze nel mondo, sono “già particolarmente attive in Brasile”, ha concluso il Sottosegretario.