Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Firma del protocollo per i corridoi umanitari dall’Afghanistan

Il Direttore Generale per gli Italiani le Politiche Migratorie, Luigi Maria Vignali ha sottoscritto oggi in rappresentanza del Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale il Protocollo per la realizzazione di “Corridoi umanitari/Evacuazioni per l’Afghanistan”. Alla cerimonia, svoltasi al Viminale, ha preso parte il Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese.

Firmatari dell’intesa, oltre a Farnesina e Viminale, sono OIM e UNHCR e organizzazioni della società civile, tra cui Comunità di Sant’Egidio, CEI/Caritas, FCEI e Tavola Valdese, ARCI e INMP.

Su impulso del  Ministro Di Maio e in linea con il Piano d’azione italiano per l’Afghanistan, il progetto realizza un canale legale di ingresso in Italia per 1.200 cittadini afghani rifugiati in Paesi limitrofi (Iran e Pakistan), in continuità con gli sforzi già profusi nell’operazione “Aquila Omnia”.

Nel segno dell’impegno del Governo italiano ad assistere i profughi afghani, il Protocollo conferma e innova la “buona prassi” italiana dei corridoi umanitari, la più avanzata a livello europeo per quanto riguarda l’accoglienza ai rifugiati.

Ti potrebbe interessare anche..