Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Incontro del Segretario Generale, Amb. Ettore Francesco Sequi, con i Vice Ministri degli Esteri e della Difesa ucraini, Mykola Tochytskyi E Denys Sharapov

Il Segretario Generale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, Amb. Ettore Francesco Sequi, ha incontrato oggi alla Farnesina i Vice Ministri degli Esteri e della Difesa ucraini, Mykola Tochytskyi e Denys Sharapov.

Al centro dei colloqui, il sostegno italiano all’Ucraina, confermato più volte dal Presidente del Consiglio dei Ministri Giorgia Meloni e dal Vicepresidente del Consiglio dei Ministri e Ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale Antonio Tajani, nella sua difesa dall’ingiustificata e non provocata aggressione russa.

L’Amb. Sequi ha condiviso con i Vice Ministri Tochytskyi e Sharapov la condanna per gli attacchi russi a danno di infrastrutture critiche in Ucraina. L’Amb. Sequi ha illustrato lo sforzo italiano di mobilitazione del settore privato per mitigare le conseguenze sulla popolazione civile attraverso contributi coordinati attraverso il Dipartimento della Protezione Civile. L’Italia è inoltre attivamente impegnata, insieme ai partner G7, nel sostegno alla ricostruzione infrastrutturale del Paese e offrirà il proprio contributo durante la conferenza di Parigi del 13 dicembre prossimo.

Il Segretario Generale Sequi ha rimarcato il continuo e coerente sostegno che l’Italia offre a Kiev. L’incontro ha offerto testimonianza dell’eccellente coordinamento che i due Paesi mantengono anche nella cornice del Gruppo di Contatto per la Difesa dell’Ucraina (c.d. formato Ramstein).

I Vice Ministri Tochytksyi e Sharapov hanno condiviso con l’Amb. Sequi le valutazioni di Kiev sulle prospettive negoziali. Hanno infine ringraziato l’Italia per l’impegno su importanti dossier come l’intesa sul grano e l’iniziativa “Grain from Ukraine” promossa dal Presidente Zelensky cui l’Italia ha contribuito con 2 milioni di euro tramite il Programma Alimentare Mondiale.

 

Ti potrebbe interessare anche..