Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Joint Statement on U.S.-Italy Science and Technology Cooperation

The following joint statement was released by the Governments of the United States and Italy at the 14th meeting of the U.S.-Italy Joint Commission Meeting on Science and Technology Cooperation. 

On January 26 and 27, the government of Italy hosted the 14th Italy – United States Joint Commission Meeting (JCM) on Science and Technology Cooperation. Monica Medina, Assistant Secretary of State for Oceans and International Environmental and Scientific Affairs at the U.S. State Department and Shawn Crowley, Charge d’Affaires at Embassy Rome, joined Maria Tripodi, Undersecretary for Foreign Affairs and International Cooperation of Italy, Alessandro Gonzales, Deputy Chief of Mission of the Embassy of Italy in the USA, and Giuseppe Pastorelli, Director for Integrated Promotion and Innovation, to convene the meeting.  

The JCM, launched 25 years ago, provides a regular opportunity to exchange views on some of the most important science and technology endeavors in our countries and to prioritize future collaboration. The two delegations released a Joint Statement emphasizing that science and technology cooperation is inspired by democratic values, equity, fair competition, freedom of inquiry, openness, research integrity, and transparency. This JCM brought together representatives from government agencies and research institutions in Italy and the United States to discuss environmental and climate sciences, particle and nuclear physics and astrophysics, health research, and emerging technologies. Both sides endorsed continued research cooperation, including opportunities to enhance collaboration in Earth science, applications, and observations; health and life sciences; climate change and mitigation; advanced materials; quantum information science; digital transition and artificial intelligence; and energy transition. The JCM emphasized the importance of progressing science for society, and both sides expressed a common will to enhance scientific cooperation in the priority areas identified above. 

 

***** 

Traduzione di cortesia

 Dichiarazione congiunta sulla Cooperazione Scientifica e Tecnologica tra Stati Uniti e Italia

La seguente dichiarazione congiunta è stata rilasciata dai governi degli Stati Uniti e dell’Italia in occasione del 14° incontro della Commissione Mista USA-Italia per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica. 

Il 26 e 27 gennaio, il governo italiano ha ospitato il 14° incontro della Commissione Mista Italia-Stati Uniti (JCM) per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica. Monica Medina, Assistant Secretary of State per gli Oceani e gli Affari Ambientali e Scientifici Internazionali presso il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti e Shawn Crowley, Incaricato d’Affari presso l’Ambasciata di Roma, si sono riuniti con Maria Tripodi, Sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Alessandro Gonzales, Vice Capo Missione presso l’Ambasciata d’Italia negli Stati Uniti e Giuseppe Pastorelli, Direttore Centrale per la promozione integrata e l’innovazione, nella convocazione della riunione. 

La Commissione Mista, istituita 25 anni fa, offre periodicamente l’opportunità di scambiare opinioni su alcune delle più importanti attività scientifiche e tecnologiche dei nostri Paesi, e di dare priorità alle collaborazioni future. Le due delegazioni hanno rilasciato una dichiarazione congiunta dove si sottolinea che la cooperazione scientifica e tecnologica si ispira ai valori democratici, all’equità, alla concorrenza leale, alla libertà di ricerca, all’apertura, all’integrità della ricerca e alla trasparenza. La Commissione ha riunito rappresentanti di agenzie governative e istituti di ricerca dall’Italia e dagli Stati Uniti, per esaminare questioni di scienza ambientale e climatica, fisica delle particelle, fisica nucleare e astrofisica, ricerca medica e tecnologie emergenti. Entrambe le parti hanno appoggiato il proseguimento della cooperazione nella ricerca, riconoscendo le opportunità di rafforzare la collaborazione in materia di scienze della Terra, applicazioni e osservazioni; salute e scienze della vita; cambiamenti climatici e mitigazione; materiali avanzati; scienza dell’informazione quantistica; transizione digitale e intelligenza artificiale; e transizione energetica. La Commissione ha ribadito l’importanza del progresso scientifico per la società, ed entrambe le parti hanno espresso la volontà comune di rafforzare la cooperazione scientifica nelle aree prioritarie sopra individuate.

Ti potrebbe interessare anche..