Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Il Vice Ministro On. Cirielli apre alla Farnesina la IV Conferenza Globale sull’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile 16

Il Vice Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Edmondo Cirielli, ha aperto oggi i lavori della IV Conferenza globale sull’obiettivo di sviluppo sostenibile SDG16, l’obiettivo che ricomprende tutti gli interventi di cooperazione allo sviluppo dedicati al rafforzamento istituzionale (normativo, giurisdizionale, tecnico). La Conferenza, organizzata dal MAECI, UNDESA e IDLO presso la Sala Conferenze Internazionali della Farnesina, è intitolata “SDG 16 as a compass for navigating intersecting crises”. Giunta alla IV edizione, la Conferenza è ormai un appuntamento globale consolidato, che attribuisce all’Italia – Paese con una tradizione giuridica millenaria – una leadership internazionalmente riconosciuta sull’SDG 16 e su temi quali lo stato di diritto, i diritti umani e la giustizia, la lotta alla corruzione.

Nel suo indirizzo di apertura, il Vice Ministro Cirielli ha dichiarato che “mai come in questo ultimo scorcio di anni l’umanità si è trovata confrontata con sfide globali che incidono profondamente su ognuno di noi. Lo stato di diritto al centro dell’obiettivo di sviluppo sostenibile 16 è stato colpito in maniera particolarmente dura, con una pandemia che ha esacerbato fragilità già esistenti e messo alla prova la resilienza delle istituzioni pubbliche . Ha poi continuato: “L’Italia è pronta a fare la sua parte, con l’impegno del Governo a favore di una diplomazia della crescita che renda l’Italia sempre più attrice di pace, stabilità e sviluppo. Siamo particolarmente orgogliosi – ha poi concluso il Vice Ministro – di ospitare questa Conferenza, rapidamente divenuta il principale e più apprezzato momento di discussione a livello globale su questi temi”.

La Conferenza, i cui lavori dureranno 3 giorni e si concluderanno il 1 giugno, rappresenta un appuntamento fondamentale per esaminare l’avanzamento dell’obiettivo 16 in vista di alcuni grandi appuntamenti multilaterali del 2023, tra cui il Summit sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile che si terrà a margine dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite di settembre. Durante i 3 giorni saranno discussi i progressi compiuti dalla comunità internazionale e le modalità di risposta alle maggiori sfide globali riguardanti lo stato di diritto nel Mondo, evidenziando l’effetto catalizzatore che l’SDG 16 può avere nell’affrontare alcune delle crisi più significative del nostro tempo.

Il Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri, On. Antonio Tajani, aprirà domattina alle 9.30 i lavori della sessione di alto livello della Conferenza.

 

 

Ti potrebbe interessare anche..