Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Partecipazione del Vice Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Edmondo Cirielli, all’apertura del Forum Mondiale dell’Alimentazione (World Food Forum, WFF)

Il Vice Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Edmondo Cirielli, ha partecipato all’evento di apertura del Forum Mondiale dell’Alimentazione (World Food Forum) organizzato dalla FAO a Roma. L’evento, giunto alla sua terza edizione, si svolge dal 16 al 20 ottobre (in concomitanza con la Giornata Mondiale dell’Alimentazione) sotto il tema “La trasformazione dei sistemi agroalimentari accelera l’azione per il clima” e focus su azione dei giovani, innovazione, educazione e cultura.

Nel suo intervento, il Vice Ministro Cirielli ha ricordato il nesso tra sicurezza alimentare e cambiamento climatico, problematica sempre più centrale nell’agenda politica internazionale e nel cui contesto l’Italia sta portando avanti una stretta collaborazione con la COP 28.

“L’insicurezza alimentare e il cambiamento climatico sono due delle principali cause delle migrazioni forzate. Insieme ai paesi e organizzazioni partner, l’Italia è impegnata nella ricerca di soluzioni di lungo termine per risolvere alla radice queste problematiche attraverso iniziative di sviluppo che garantiscano equo accesso a cibo, acqua e educazione, soprattutto a favore dei giovani. Investimenti, innovazione e imprese private – ha affermato Cirielli – giocano un ruolo essenziale per individuare soluzioni innovative a sostegno della sicurezza alimentare nel mondo. Su questo – ha concluso il Vice Ministro – la filiera agroalimentare italiana, tra le più forti e meglio strutturate su scala globale, rappresenta un modello di eccellenza per condividere buone pratiche, conoscenza e tecnologia per favorire la trasformazione sostenibile dei sistemi alimentari”.

L’Italia è riconosciuta dalla comunità internazionale quale uno dei paesi leader nel settore dell’alimentazione, grazie alla sua azione internazionale a sostegno della sicurezza alimentare e per la trasformazione sostenibile dei sistemi alimentari. Il nostro Paese ospita, infatti, il Polo agro alimentare delle Nazioni Unite (FAO, WFP e IFAD), oltre che le sedi di altri importanti organismi internazionali impegnati nello sviluppo rurale e agricolo sostenibile, tra cui il CIHEAM di Bari. A luglio 2023, l’Italia ha ospitato il Vertice ONU sui Sistemi Alimentari +2 con la partecipazione di 21 Capi di Stato e di Governo e di 125 Ministri di paesi partner. Nel 2024, l’Italia intende promuovere la sicurezza alimentare quale uno degli argomenti principali della Presidenza G7, adottando un approccio inclusivo e pragmatico che coinvolga fin dall’inizio i Paesi africani partner nella definizione di politiche di sviluppo condivise.

Ti potrebbe interessare anche..