Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Incontro del Vice Presidente del Consiglio Tajani con gli Ambasciatori della Lega degli Stati Arabi e dell’Organizzazione per la Cooperazione Islamica

Il Vice Presidente del Consiglio dei Ministri e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale On. Antonio Tajani ha incontrato oggi alla Farnesina i rappresentanti della Lega degli Stati Arabi e dell’Organizzazione per la Cooperazione Islamica, per discutere dei recenti sviluppi della crisi mediorientale.

Al centro dell’intervento del Vice Presidente Tajani, la volontà di dialogo e stabilità nella regione mediorientale promossa dal Governo italiano, la crisi umanitaria a Gaza e, a fronte del recente attacco con droni e missili sferrato dall’Iran a Israele, la condanna di qualsiasi forma di rappresaglia e aggressione che possa sfociare in una drammatica escalation nella regione mediorientale, a detrimento degli interessi politici, economici e commerciali di tutti i Paesi coinvolti.

Un attacco, ha dichiarato Tajani nel ricordare la sua telefonata del 12 aprile con il Ministro degli Esteri iraniano Amir Abdollahian, che “desta massima preoccupazione in un contesto di forte escalation, in cui ogni ulteriore atto ostile potrebbe scatenare un più ampio conflitto suscettibile di coinvolgere l’intera regione”. In questo quadro di estrema fragilità, ha proseguito Tajani, “l’Italia sta realizzando ogni sforzo per richiamare tutti gli attori della regione alla moderazione, anche in qualità di Presidenza del G7”. Il Ministro Tajani ha quindi sottolineato l’importanza del dialogo e della cooperazione, per favorire il raggiungimento della pace e della stabilità dell’intera regione.

Nel richiamare l’urgenza di rafforzare l’assistenza alla popolazione civile nella Striscia, il Ministro Tajani ha quindi ricordato il suo personale impegno e quello del Governo per l’iniziativa umanitaria “Food for Gaza”, lanciata insieme a FAO, Programma Alimentare Mondiale, Croce Rossa e Mezzaluna Rossa per agevolare l’accesso degli aiuti a Gaza. “Di fronte all’acuirsi delle tensioni, la promozione del dialogo e della diplomazia rimane la chiave di volta per facilitare soluzioni che privilegiano l’umanità e la cooperazione rispetto alla discordia prolungata”, ha dichiarato il Vice Presidente Tajani, sottolineando come non vi possa essere soluzione alla crisi a Gaza senza il pieno coinvolgimento di tutti gli attori regionali e l’accettazione del principio di due popoli e due Stati, che coesistano nel mutuo riconoscimento e nel rispetto reciproco”.

Nell’imminenza della riunione dei Ministri degli Esteri del G7 in programma a Capri il 17-19 Aprile, ha concluso il Vice Presidente Tajani, “l’incontro di oggi si presenta come utile occasione di dialogo e confronto per raccogliere e rappresentare le istanze degli Stati partecipanti sulla questione mediorientale, all’interno del G7”.

Gallery

Ti potrebbe interessare anche..