Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Ucraina, la cucina italiana al servizio della solidarietà

Ucraina, la cucina italiana al servizio della solidarietà
Ucraina, la cucina italiana al servizio della solidarietà

In Ucraina la Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ricopre un significato particolare: quello della solidarietà.

“Alla luce del drammatico contesto dell’aggressione russa, e del forte desiderio del popolo ucraino di un ritorno alla normalità, a Kiev interpretiamo in chiave sociale il tema di quest’anno: il benessere con gusto”, ha dichiarato l’Ambasciatore d’Italia Pier Francesco Zazo. “L’Italia – ha aggiunto – realizza in Ucraina un programma di iniziative concretamente utili, per esprimere vicinanza alla popolazione utilizzando come tramite la cultura culinaria del nostro Paese e l’eccellenza delle nostre produzioni agroalimentari, qui tanto amate”.

“La cucina italiana – ha tenuto a sottolineare ancora l’Ambasciatore Zazo – incorpora in sé il genio di saper costruire un gusto sopraffino sulla base di ingredienti semplici e comuni: è anche questo il segreto del suo successo in tutto il mondo, nonché una chiave di resilienza che siamo orgogliosi di diffondere in Ucraina, a testimonianza ulteriore della grande solidarietà del nostro Paese”.

Nella Settimana sono previste quattro masterclass culinarie nell’ambito del programma “Taste of Peace”, sviluppato dall’Associazione Communitas Toscana e destinato a giovani ucraini, soprattutto sfollati interni. Giunto appositamente dall’Italia, il pizza-chef Stefano Canosci trasferisce ai giovani professionisti il meglio delle competenze nel settore, proponendo ricette economiche, semplici e basate su ingredienti reperibili anche in un contesto dove la disponibilità di prodotti è limitata.

In chiusura della Settimana, si tiene l’evento “Sapori di pace – Curare con gusto” presso il Centro Medico Principale del Ministero degli Interni ucraino: l’Ambasciatore Zazo e il Nunzio Apostolico Visvaldas Kulbokas, insieme ad un gruppo di volontari, portano il conforto dei sapori della tradizione italiana a cento soldati ucraini in cura, feriti di guerra.

Le iniziative sono realizzate grazie all’Associazione Communitas Toscana, in collaborazione con l’azienda italiana Agugiaro & Figna Molini, oltre all’Association of Culinary Workers of Ukraine, la principale organizzazione ucraina di cuochi, l’organizzazione sociale Ho.Re.Ca. Angels e MHP, una delle principali aziende agroalimentari in Ucraina.

Gallery

Ti potrebbe interessare anche..