Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Dettaglio comunicato

Il Ministro degli Affari Esteri Giulio Terzi ha manifestato “vivissima soddisfazione” per la nomina del Professor Romano Prodi quale Inviato Speciale delle Nazioni Unite per il Sahel, formulandogli “i migliori auguri di buon lavoro” e assicurandogli “pieno sostegno alla sua nuova missione”.


“La decisione del Segretario Generale Ban Ki-Moon”, ha detto il Ministro Terzi, “rappresenta il riconoscimento dell’elevatissima statura internazionale del Presidente Prodi e della sua profonda conoscenza della tematica del peacekeeping in Africa, maturata anche nella carica da lui già ricoperta di Presidente del Panel delle Nazioni Unite e dell’Unione Africana per il Peacekeeping in Africa”.


“L’incarico conferito al Presidente Prodi conferma inoltre il ruolo di primo piano che l’Italia ha svolto e continua a svolgere nella regione sub-sahariana, ed in particolare nelle aree di crisi”.


La nomina interviene a seguito dell’evento di alto livello sul Sahel, tenutosi in concomitanza con la 67° Assemblea Generale dell’ONU, nel corso del quale sono intervenuti circa 40 Stati Membri – per l’Italia il Presidente del Consiglio Monti, assistito dal Ministro Terzi – per esaminare e meglio coordinare gli interventi della comunità internazionale nella situazione di crisi umanitaria, di sicurezza, alimentare e istituzionale in cui versano i paesi della fascia saheliana.

Ti potrebbe interessare anche..