Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

G7Foreign Ministers’ Statement On the launch of an Intercontinental Ballistic Missile by North Korea

We, the G7 Foreign Ministers of Canada, France, Germany, Italy, Japan, the United Kingdom, the United States of America, and the High Representative of the European Union, condemn in the strongest terms North Korea’s March 16 launch of yet another Intercontinental Ballistic Missile (ICBM), which undermines regional and international peace and security.

Since last year, North Korea has intensified its escalatory actions through a record number of ballistic missile launches and its continued irresponsible and destabilizing rhetoric regarding the use of nuclear weapons. Earlier this year, North Korea publicly stated its intent to further expand and enhance its unlawful nuclear and missile programs.

We reiterate our demand that North Korea abandon its nuclear weapons, existing nuclear programs, and any other weapons of mass destruction and ballistic missile programs in a complete, verifiable, and irreversible manner and fully comply with all obligations under the relevant United Nations Security Council Resolutions (UNSCRs). North Korea cannot and will never have the status of a nuclear-weapon State in accordance with the Treaty on the Non-Proliferation of Nuclear Weapons. We urge North Korea to engage in meaningful diplomacy toward denuclearization and accept the repeated offers of dialogue put forward by Japan, the United States, and the Republic of Korea.

We deeply regret to see the stark contrast between the frequency of North Korea’s repeated blatant violations of UNSCRs and the UN Security Council’s (UNSC) corresponding inaction because of some members’ obstruction. North Korea’s reckless behavior demands a swift and unified response by the international community, including further significant measures by the UNSC. We call on all UN Member States to fully and effectively implement all UNSCRs, and for the UNSC Members to follow through on their commitments.

The G7 remains concerned about the dire humanitarian situation in North Korea and is committed to working with all relevant partners toward the goal of peace and stability on the Korean Peninsula and to upholding the rules-based international order.

 

*****

Traduzione di cortesia

Dichiarazione dei Ministri degli Esteri del G7 Sul lancio di un missile balistico intercontinentale da parte della Corea del Nord

Noi, i Ministri degli Esteri del G7 di Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti d’America e l’Alto Rappresentante dell’Unione Europea, condanniamo con la massima fermezza il lancio di un altro missile balistico intercontinentale da parte della Corea del Nord, avvenuto il 16 marzo, che mina la pace e la sicurezza regionale e internazionale.

Dallo scorso anno la Corea del Nord ha intensificato le sue azioni di escalation della tensione con un numero record di lanci di missili balistici e con la costante retorica irresponsabile e destabilizzante sull’uso di armi nucleari. All’inizio di quest’anno la Corea del Nord ha dichiarato pubblicamente l’intenzione di espandere e potenziare ulteriormente i suoi programmi nucleari e missilistici illegali.

Ribadiamo la nostra richiesta che la Corea del Nord abbandoni le armi nucleari, i programmi nucleari esistenti e qualsiasi altra arma di distruzione di massa, nonché i programmi di missili balistici, in modo completo, verificabile e irreversibile e che rispetti appieno tutti gli obblighi previsti dalle pertinenti Risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. La Corea del Nord non può e non potrà mai avere lo status di Stato dotato di armi nucleari, in conformità con il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari. Chiediamo alla Corea del Nord d’impegnarsi in una significativa azione diplomatica a favore della denuclearizzazione e di accettare le ripetute offerte di dialogo avanzate da Giappone, Stati Uniti e Repubblica di Corea.

Siamo profondamente dispiaciuti nel riscontrare il netto contrasto tra la frequenza delle ripetute e palesi violazioni delle Risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite da parte della Corea del Nord e la corrispondente mancanza di azione da parte del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite a causa dell’ostruzionismo di alcuni membri. Il comportamento sconsiderato della Corea del Nord richiede una risposta rapida e unitaria da parte della comunità internazionale, ivi comprese ulteriori misure significative da parte del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Chiediamo a tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite di attuare appieno ed efficacemente tutte le Risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ed ai membri del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite di mantenere i loro impegni.

Il G7 continua ad essere preoccupato per la terribile situazione umanitaria in Corea del Nord e si impegna a collaborare con tutti i partner interessati per conseguire l’obiettivo della pace e della stabilità nella penisola coreana e per sostenere l’ordine internazionale basato sulle regole.

Ti potrebbe interessare anche..